menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Sei già registrato? Accedi:

torna al menu di scelta rapida

Contributi

Contributi per OT 11 - Capacità istituzionale

trovati
2
pagina
1
di
1

Inviato da anna maria felici (PMI Rome Italy Chapter) - roma - il 10/06/2014 11.06.57

11.3 Miglioramento delle prestazioni della pubblica amministrazione
11.3.10 Interventi per la razionalizzazione delle amministrazioni pubbliche, per il miglioramento dell’efficienza organizzativa e della gestione del personale

obiettivi specifici

Utilizzo mirato dei fondi a disposizione e risultati legati ai reali fabbisogni attraverso il legame tra gli obiettivi specifici, condivisi con la popolazione, ed i progetti in essere.
Questo legame permette il controllo degli investimenti in accordo con la vision e il ribilanciamento degli stessi in un ottica di gestione di portfolio. Permette inoltre il controllo delle risorse ed il loro impiego secondo logiche di efficienza ed efficacia.

policy e suggerimenti

Definizione della Vision in accordo con le indicazioni della Regione
Attivazione di un dialogo continuo con la popolazione attraverso strumenti di social network e la lettura di best practice colte dall'esperienza passata.
Raccolta e classificazione delle 'notizie' dal territoio, anche storiche, al fine di leggerne le esigenze e dare a queste una risposta di tipo partecipato
Aggiornamento della Vision secondo le migliori pratiche passate e la propria capacità di attuazione dei progetti

esempi best practices

http://www.comune.genova.it/
https://www.london.gov.uk/mayor-assembly/mayor/vision-2020

Inviato da Massimiliano Carpentieri (Fondazione Logos PA) - Roma - il 04/06/2014 17.21.17

11.3 Miglioramento delle prestazioni della pubblica amministrazione
11.3.10 Interventi per la razionalizzazione delle amministrazioni pubbliche, per il miglioramento dell’efficienza organizzativa e della gestione del personale

obiettivi specifici

Gli obiettivi sono di tre:
1) Innanzitutto, richiamare l’attenzione delle amministrazioni sulla qualità e il miglioramento continuo del proprio operato.
2) Indicare il ricorso all’autovalutazione della prestazione organizzativa, quale punto di partenza obbligato dei percorsi di miglioramento continuo.
3) Delineare una prospettiva chiara di sviluppo della politica per la qualità nelle pubbliche amministrazioni da parte del Dipartimento della Funzione pubblica che, valorizzando le esperienze esistenti e gli sforzi già effettuati, indichi percorsi puntuali e traguardi di sistema condivisi.

policy e suggerimenti

Le varie fasi di miglioramento delle prestazioni della pubblica amministrazione sono riassumibili sostanzialmente in una modernizzazione veloce degli strumenti di contatto con il cittadino, riducendo la dispersione di energie utili al conseguimento degli obiettivi standard di qualità.

Le amministrazioni devono, a tal fine:

Prevedere degli specifici obiettivi di miglioramento delle prestazioni e della qualità in sede di pianificazione strategica e programmazione operativa;
Ottenere il massimo rendimento in tale direzione dalle potenzialità offerte dalle tecnologie, anche attraverso l’interconnessione dei sistemi informativi dei diversi attori coinvolti nelle politiche pubbliche, rendendo inoltre evidente, in sede di valutazione di efficacia, il contributo effettivamente fornito dagli investimenti tecnologici;
Incrementare un proficuo collegamento tra i sistemi di controllo interno e le azioni di miglioramento della qualità e delle prestazioni attraverso il monitoraggio, la valutazione e la rendicontazione strutturata del miglioramento continuo;
Fondare la retribuzione di risultato dei dirigenti della pubblica amministrazione al conseguimento di obiettivi di miglioramenti della qualità in modo reale;
Includere nei piani annuali di formazione interventi volti al rafforzamento delle competenze di dirigenti e funzionari su approcci, strumenti e tecniche di gestione della qualità;
Coinvolgere, in maniera efficace, nelle azioni di miglioramento continuo i destinatari delle politiche e, più in generale, i portatori d’interesse assicurando, in ogni caso, informazione adeguata sugli obiettivi di miglioramento e i risultati raggiunti.