menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Sei già registrato? Accedi:

torna al menu di scelta rapida

Contributi

Contributi per OT 1 - Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione

1.2 Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale attraverso l’incremento della collaborazione tra imprese e strutture di ricerca e il loro potenziamento

1.2.1 Sostegno alle infrastrutture della ricerca considerate critiche/cruciali per i sistemi transeuropei, nazionali e regionali [Il finanziamento alle infrastrutture di ricerca è condizionato alla realizzazione di piani industriali di sviluppo che ne evidenzino la capacità prospettica di autosostenersi]
trovati
2
pagina
1
di
1

Inviato da Giovanni Mazzitelli (INFN) - Frascati - il 27/05/2014 10.40.40

obiettivi specifici

Valorizzare il patrimonio del distretto scientifico e tecnologico (EPR e centri di ricerca privati) e universitario del Lazio e la sua capacità di competere a livello nazionale e transnazionale.

policy e suggerimenti

I grandi centri di ricerca del Lazio e in particolare le grandi infrastrutture di ricerca residenti negli EPR della nostra regione offrono delle infrastrutture uniche e di livello internazionale.
L’area a sud di Roma, ad esempio, ospita infrastrutture eccellenti in vari settori – fusione nucleare, spazio, studio dei costituenti fondamentali, etc, etc – che generanno knowhow unico, esportato in tutto il mondo e che permette un continuo scambio di competenze e una competitività della nostra regione a livello internazionale in settori scientifici d’avanguardia, creando inoltre un indotto notevole nel tessuto industriale e turistico del Lazio.
Il sostegno e lo sviluppo d’infrastrutture quali ad esempio gli acceleratori di particelle per lo studio della materia di cui il Lazio possiede una delle cinque infrastrutture esistenti al mondo, lo sviluppo di nuove tecniche di accelerazione e di rivelatori innovativi sempre più necessari in campi, oltre le scienze fondamentali, quali la medicina e la diagnostica medica, la scienza dei materiali, nanotecnologie etc, etc, premettono non solo di mantenere una leadership scientifica della nostra regione ma anche di rendere accessibili facilities accessorie uniche ed importanti nel campo della meccanica e alto vuoto, elettronica digitale ed analogica, ICT.
Il supporto e lo sviluppo di tali infrastrutture e il sostegno ai giovani ricercatori necessari per mantenere e sviluppare il sistema di ricerca scientifico del Lazio, sono gli strumenti minimi per garantire alla nostra regione la competitività e la transnazionalità che distinguono questo settore.
Molte di queste infrastrutture, oltre che essere impiegate per la ricerca fondamentale, possono fornire accesso a ricercatori, imprese e attività commerciali per l'esecuzione di misure e di test innovativi altrimenti non eseguibili altrove. Inoltre, per essere davvero fruibili e competitive, è necessario supportare azioni di upgrade e adeguamento ai più recenti standard tecnologici e offrire un ambiente user-friendly e aperto che ne permetta facilmente l'utilizzo a soggetti terzi.

esempi best practices

Esempi di facility con acceleratori aperti all'uso da parte delle industrie:
http://www.design-engineering.com/features/open-business
http://www.stfc.ac.uk/2638.aspx
Centro di Adroterapia di Pavia costruito, progettato, costruito e messo in funzione grazie alla stretta collaborazione con i Laboratori Nazionali di Frascati http://www.cnao.it/index.php
La luce di sincrotrone prodotta a Frascati e le sua applicazioni i vari campi delle scienze https://web.infn.it/Dafne_Light/

Inviato da Giovanni Mazzitelli (INFN) - Frascati - il 27/05/2014 10.34.29

obiettivi specifici

Valorizzare il patrimonio del distretto scientifico e tecnologico (EPR e centri di ricerca privati) e universitario del Lazio e la sua capacità di competere a livello nazionale e transnazionale.

policy e suggerimenti

I grandi centri di ricerca del Lazio e in particolare le grandi infrastrutture di ricerca residenti negli EPR della nostra regione offrono delle infrastrutture uniche e di livello internazionale.
L’area a sud di Roma, ad esempio, ospita infrastrutture eccellenti in vari settori – fusione nucleare, spazio, studio dei costituenti fondamentali, etc, etc – che generanno knowhow unico, esportato in tutto il mondo e che permette un continuo scambio di competenze e una competitività della nostra regione a livello internazionale in settori scientifici d’avanguardia, creando inoltre un indotto notevole nel tessuto industriale e turistico del Lazio.
Il sostegno e lo sviluppo d’infrastrutture quali ad esempio gli acceleratori di particelle per lo studio della materia di cui il Lazio possiede una delle cinque infrastrutture esistenti al mondo, lo sviluppo di nuove tecniche di accelerazione e di rivelatori innovativi sempre più necessari in campi, oltre le scienze fondamentali, quali la medicina e la diagnostica medica, la scienza dei materiali, nanotecnologie etc, etc, premettono non solo di mantenere una leadership scientifica della nostra regione ma anche di rendere accessibili facilities accessorie uniche ed importanti nel campo della meccanica e alto vuoto, elettronica digitale ed analogica, ICT.
Il supporto e lo sviluppo di tali infrastrutture e il sostegno ai giovani ricercatori necessari per mantenere e sviluppare il sistema di ricerca scientifico del Lazio, sono gli strumenti minimi per garantire alla nostra regione la competitività e la transnazionalità che distinguono questo settore.
Molte di queste infrastrutture, oltre che essere impiegate per la ricerca fondamentale, possono fornire accesso a ricercatori, imprese e attività commerciali per l'esecuzione di misure e di test innovativi altrimenti non eseguibili altrove. Inoltre, per essere davvero fruibili e competitive, è necessario supportare azioni di upgrade e adeguamento ai più recenti standard tecnologici e offrire un ambiente user-friendly e aperto che ne permetta facilmente l'utilizzo a soggetti terzi.

esempi best practices

Esempi di facility con acceleratori aperti all'uso da parte delle industrie:
http://www.design-engineering.com/features/open-business
http://www.stfc.ac.uk/2638.aspx